Fondazione Ricerca Molinette compie vent’anni

e lancia il suo primo Bando per premiare l’eccellenza della Ricerca

nella Città della Salute e della Scienza di Torino

 

Le celebrazioni per il Ventennale di Fondazione Ricerca Molinette Onlus (FRM) sono state annunciate con una conferenza stampa – tenutasi venerdì 10 settembre presso la Cavallerizza Reale – in cui sono intervenuti il Prof. Massimo Segre (Presidente FRM), il Prof. Stefano Geuna (Magnifico Rettore dell’Università di Torino e Vice Presidente FRM), il Dott. Lorenzo Angelone (Direttore Sanitario A.O.U. Città della Salute e della Scienza), la Dott.ssa Sara Bustreo (Dirigente Medico di I livello presso la S.C. Oncologia Medica 1 COES – A.O.U. Città della Salute e della Scienza) e il Prof. Emilio Hirsch (Direttore Scientifico FRM).

Conferenza stampa 20 anni FRM_10/9/2021

Fondazione Ricerca Molinette: la storia e le iniziative in programma.

 

Nel corso della conferenza, dopo un excursus sulla storia della Fondazione, il Presidente Segre ha illustrato le iniziative in programma e gli importanti progetti messi in campo per festeggiare questi vent’anni di attività al servizio della Ricerca scientifica sul territorio torinese:

Fondazione Ricerca Molinette nacque vent’anni fa grazie ai suoi due soci fondatori, Università e Ospedale, e alla lungimirante ideazione del Prof. Giorgio Palestro e del Prof. Fabio Malavasi, con l’intenzione di favorire la ricerca ‘traslazionale’, quella cioè che porta le soluzioni più innovative direttamente al letto del paziente. Dopo l’iniziale focalizzazione sulla ricerca oncologica (il vecchio nome era Fondazione Ricerca Tumori Molinette) nel 2013, visti i buoni risultati, si decise di estendere a tutte le specialità presenti nel più grande ospedale della Regione. Ora, grazie ai tanti cittadini di Torino che hanno deciso di supportarci, possiamo lanciare il primo bando per lo sviluppo della ricerca medico-scientifica e premiare le eccellenze che lavorano nel nostro Ospedale, creando le condizioni affinché medici e ricercatori possano innovare qui a Torino, anziché cercare fortuna all’estero”.

Il Presidente ha inoltre ricordato che per i “festeggiamenti” veri e propri – con il Patrocinio della Città di Torino e grazie alla collaborazione di Iren – la Fondazione ha scelto il simbolo della città, la Mole Antonelliana, a sottolineare il profondo legame dell’ente con il territorio. Sabato 18 settembre, a partire dall’imbrunire, il logo ideato per la celebrazione del Ventennale sarà proiettato sulla Mole. Ricercatori, medici e tutto lo staff FRM si sono dati appuntamento alle ore 20.00, in via Montebello 20, per assistere all’illuminazione del monumento: simpatizzanti e sostenitori sono caldamente invitati a fare un salto sotto la Mole, per celebrare insieme al team della Fondazione questo importante traguardo.

Lo sviluppo della Ricerca al centro dell’azione della Fondazione.

 

In vent’anni di attività, Fondazione Ricerca Molinette ha supportato circa 200 pubblicazioni scientifiche internazionali e più di 530 ricercatori e borsisti, per un totale di oltre 15 milioni di euro raccolti.

Prof. Hirsch e Prof. Segre_Fondazione Ricerca Molinette Onlus

Il Prof. Hirsch e il Prof. Segre – Fondazione Ricerca Molinette Onlus

I fondi raccolti sono stati destinati innanzitutto alla Ricerca traslazionale che – come ha dichiarato il Direttore Scientifico, il Prof. Hirsch – “porta benefici ai pazienti partendo dai laboratori. Tra i maggiori risultati ottenuti ad oggi dai progetti finanziati, spiccano quelli relativi alla proteina CD38, nella leucemia chiamata mieloma multiplo, gli studi condotti dal team del Prof. Novelli, che hanno permesso di identificare la proteina enolasi come un nuovo marcatore del tumore del pancreas, l’applicazione della microchirurgia per il tumore alla prostata, le ricerche sull’interazione tra dieta ed efficacia della chemioterapia nel trattamento dei tumori al seno o, ancora, gli studi sulle cellule staminali per la rigenerazione ossea.

In questo importante anniversario, ha poi sottolineato il Prof. Hirsch, “la Fondazione ha scelto di guardare al futuro con un progetto ambizioso – il suo primo Bando di finanziamento per premiare l’Eccellenza della Ricerca scientifica realizzata nella Città della Salute e della Scienza – partendo da una prospettiva attenta all’attualità e con l’obiettivo di contribuire a rendere Torino un polo biotecnologico di spicco a livello europeo. L’importanza della Ricerca è emersa in maniera molto chiara in seguito all’emergenza Covid: non a caso, i vaccini arrivano da paesi che hanno investito più di noi in Ricerca. Gli investimenti nel campo della Ricerca portano sviluppo e generano nuovi posti di lavoro qualificati, con un doppio effetto sulla Salute e sul progresso economico“.

Il sostegno all’Ospedale Molinette nei suoi bisogni concreti.

 

In questi vent’anni, l’operato di Fondazione Ricerca Molinette ha poi riguardato anche il sostegno all’Ospedale nei suoi bisogni concreti, nel quotidiano e durante le emergenze.

Come ha messo in luce nel suo intervento il Dott. Angelone – Direttore Sanitario dell’A.O.U. Città della Salute e della Scienza – “Fondazione Ricerca Molinette si prodiga da sempre per coniugare Ricerca e Sanità, con il fine ultimo di migliorare concretamente le cure a disposizione dei pazienti. Lo ha fatto, ad esempio, durante il picco dell’emergenza Covid, raccogliendo e devolvendo oltre 250mila euro, serviti a finanziare progetti legati sia alle più urgenti necessità dell’Ospedale e dei pazienti, sia al futuro (come nel caso della donazione di strumentazione per il potenziamento del Laboratorio di Microbiologia e Virologia della Città della Salute). E siamo certi che continuerà a farlo anche negli anni a venire, fornendo un contributo e un supporto cruciali per le istituzioni sanitarie della nostra città e, in ultimo, per i pazienti che le utilizzano.

D’altronde, la Ricerca e le donazioni raccolte dalle fondazioni – come la Fondazione Ricerca Molinette, di cui oggi celebriamo il ventennale – sono fondamentali per contribuire al miglioramento delle strutture ospedaliere e per finanziare progetti e studi volti a scoprire nuove cure. Nel reperire fondi, il ruolo del privato no-profit è sempre stato di primaria importanza, e lo è stato ancora di più nell’emergenza. Tutti abbiamo vissuto la pandemia, che ha travolto le nostre vite e messo a dura prova gli ospedali e le istituzioni sanitarie. Tutti abbiamo visto quanto fosse fondamentale il mettere a disposizione nuove risorse per permettere alle strutture sanitarie di reggere l’impatto con un’emergenza senza precedenti. Tutti, infine, abbiamo visto quanto la Ricerca sia un’arma fondamentale nella lotta contro nuovi virus.

Il finanziamento alla Ricerca e alle strutture ospedaliere è insomma un requisito importantissimo e necessario per migliorare l’efficienza dei nostri servizi di cura e garantire ancora di più il benessere dei nostri pazienti. Il ruolo di enti come la Fondazione, radicati nel tessuto sociale e cittadino, anche una volta conclusa la pandemia, continuerà a essere cruciale e aiuterà le istituzioni nello sviluppo quotidiano del sistema Sanità“.

 

Photo by: Massimo Forchino

Potrebbe interessarti

  • Leggi di più
  • Gruppo Reparto Medicina d'Urgenza_Molinette
    Leggi di più
  • Enrico Rava

    Torino Jazz Festival e Fondazione Ricerca Molinette presentano Il Jazz […]

    Leggi di più
  • gruppo di ricerca Prof.ssa Federica Cavallo - OncoImmunologia
    Leggi di più